Di un Poeta

Facil non è concedere se stessi senza tempo,

lasciar entrare sguardi inopportuni e mai temere,

rendersi trasparenti e criticabili in un campo

che stende delicato e intransigente il tuo creare.

 

La musica e la metrica qui dentro son di casa,

cercando tra i ricordi verità che han regalato:

dipinti, melodie, sonorità e sguardi d’intesa,

nel turbine irruento ed implacabile del fato.

 

E spazio, sì dovuto, alla tristezza ed al dolore,

racchiusi ormai negli occhi che li specchiano anche oggi,

ferite aperte e mai guarite dentro al ricordare

e frasi scritte che ti strazian se poi le rileggi.

 

Difficil sembra adesso più che mai lasciarsi andare,

in questa confusione tumultuosa e inconcludente,

all’emozioni che si fan sentire nel provare

e che in poesie trasforma fedelmente la mia mente.

 

Voi che leggete non siate affrettati nel giudizio,

i versi miei richiedono attenzione nella rima,

entrate nelle strofe quasi come fosse un vizio,

lasciate che io entri in voi con ogni mio poema.

Disegno dell'Artista Maria Gina Tortorici.

SempreAldo Giordano